Sbocchi professionali

Il laureato trova la sua naturale collocazione in posizioni di livello medio-alto in ambito tecnico, all'interno di aziende ed enti pubblici/privati in cui  sono  richieste  competenze  trasversali  nei settori dell'ingegneria dell'informazione (ICT); in  particolare,  le  sue  competenze  riguardano  analisi, sviluppo e gestione di: sistemi informatici e  informativi; sistemi  di comunicazione; sistemi elettronici sia a livello software che hardware; sistemi robotici e di automazione industriale

Profilo professionale e sbocchi occupazioni e professionali previsti per i laureati
Analisi, sviluppo e gestione di sistemi nei settori dell'ingegneria dell'informazione
funzione in un contesto di lavoro:
Il laureato in Ingegneria Informatica e dell'Informazione trova la sua naturale collocazione all'interno di aziende ed enti pubblici e privati in cui le metodologie e le tecnologie per l'elaborazione dell'informazione giocano un ruolo chiave. In particolare, i suoi compiti possono riguardare l'analisi, lo sviluppo e la gestione di sistemi informatici ed informativi; sistemi di comunicazione; sistemi elettronici sia a livello software che hardware; sistemi robotici e di automazione industriale.
competenze associate alla funzione:
Il corso di studi permette di conseguire le competenze di base e metodologiche che caratterizzano i diversi settori dell'ingegneria dell'informazione. In particolare, il laureato in Ingegneria Informatica e dell'Informazione possiede competenze relative all’elettronica, alle comunicazioni elettriche, alla modellazione e al controllo di sistemi dinamici, alle architetture dei sistemi di calcolo, ai campi elettromagnetici e alla propagazione dei segnali. Inoltre, a seconda del tipo di approfondimenti scelti, possiede competenze specifiche negli ambiti dei sistemi informatici, dei sistemi elettronici, della robotica e automazione industriale e dei sistemi di telecomunicazione.
sbocchi professionali:
I principali sbocchi professionali consistono, oltre che nell'esercizio della libera professione, in posizioni di livello medio-alto in ambito tecnico, all'interno di aziende e enti in cui sono richieste competenze trasversali nei settori dell'ingegneria dell'informazione.